La situazione attuale ci obbliga a riflettere sulla nostra carriera. Molti lavoratori si trovano in una condizione limite: la crisi causata dall’emergenza sanitaria sta mettendo in ginocchio quelle aziende che già di per sé faticavano a restare in vita. L’era digital ha costretto tutti i settori alla riqualificazione, un percorso che non tutti hanno affrontato con lo stesso spirito. In particolare, molte aziende, nate parecchi anni fa e restie al cambiamento, sono state costrette a chiudere i battenti: sono state 35mila solo nel 2018.

Qual è la prospettiva dei lavoratori? I dipendenti, consapevoli della tragica situazione del contesto aziendale in cui hanno sempre lavorato, sono messi difronte ad un futuro pieno di incognite. Pensiamo a tutti quei padri di famiglia, che dovranno trovare un modo per sostenere i figli, o agli over 50, catapultati in un mondo lavorativo profondamente cambiato, fatto di strumenti sconosciuti.

Non c’è tempo per disperarsi: bisogna reagire, con la consapevolezza che la soluzione è dietro l’angolo. Tutti, adesso, hanno tempo per ripensare a sé stessi: ecco che stare soli diventa utile alla valutazione delle proprie competenze, studiando nuove strategie per adattarsi alle mutate esigenze del mercato lavorativo. E’ qui che interviene il concetto di Ikigai, una teoria giapponese per migliorare il lavoro e la vita.

Il termine Ikigai è applicabile a qualsiasi aspetto dell’esistenza, ma per il lavoro assume un significato particolare. Delineare il proprio Ikigai vuol dire comprendere come si intersecano le cose che ci piace fare con quelle in cui si è bravi, in modo da capire come a loro volta questi aspetti possano incrociarsi con ciò di cui ha bisogno il mondo e per cui sarebbero disposti a pagarci. In parole povere è la concretizzazione della massima “fa ciò che ti piace e non lavorerai un giorno”.

Il digital, quella innovazione che ha messo in crisi i suddetti lavoratori, diventa lo strumento dal quale ripartire: grazie all’evoluzione digitale chiunque può essere retribuito in base alle proprie abilità e competenze. E’ necessario, tuttavia, essere pronti ad adattare quelle abilità al nuovo contesto. La maggior parte degli esseri umani, purtroppo, è restia al cambiamento, non è disposta ad adeguarsi ai nuovi strumenti, e questo succede soprattutto per chi ha maturato una certa anzianità lavorativa.

Ma una volta vinta la resistenza alla trasformazione tutto è possibile. Decidendo di adeguarsi alla digital trasformation potremo scoprire delle possibilità di guadagno superiori rispetto alle precedenti. E questo continuando a fare ciò che ci piace, senza particolari magie, semplicemente utilizzando nuovi strumenti. Sposando gli ultimi approcci metodologici tutti avranno una nuova prospettiva, volendo anche più luminosa della precedente.

Siete pronti a fare il grande salto? Noi di Future Drive siamo pronti a darvi il nostro aiuto, anche a distanza.  Future Drive Pro è a vostra disposizione per qualsiasi informazione, aiuto o un semplice contatto. Ci trovate al numero di telefono 02.36693.350 o potete compilare il modulo qui sotto. Potete anche contattare i nostri esperti del settore Future Drive Selection (clicca qui).