In un mondo del lavoro sempre più complesso e articolato, ricominciare a 50 anni si può, basta volerlo. Sebbene le statistiche abbiano messo in evidenza una ripresa nel mercato professionale nel mese di maggio 2019, con un aumento delle assunzioni over 50 pari all’1,6%.

Rimanere senza lavoro a 50 anni può essere un duro colpo per un lavoratore, che si vede escluso dal mondo del lavoro alle porte della pensione. Il timore maggiore è quello di non riuscire a trovare più un impiego, dovendo così arrangiarsi fino al raggiungimento dell’ambito traguardo.

[rml_read_more]

In Italia il precariato è a livelli molto elevati: le aziende puntano sui giovani, da assumere in stage, e non su coloro che hanno già anni e anni di esperienza alle spalle. Ricominciare a 50 anni è possibile, sia che si tratti di avere successo nel ricollocamento professionale, sia valutando l’idea di mettersi in proprio e avviare un’attività.

Consapevolezza e responsabilità per ricominciare a 50 anni

Mariangela Tripaldi, psicologa del lavoro, afferma infatti che incontra sempre più persone over 50 che necessitano di consigli su come muoversi nella ricerca di un nuovo lavoro, angosciati dalle difficoltà che riscontrano nei reinserirsi nel mondo dei professionisti.

Finchè si continua ad attribuire la responsabilità a fattori esterni (un governo che non da agevolazioni, alla mancanza di lavoro o alla miopia delle aziende) non si riuscirà mai a concludere la propria carriera lavorativa in azienda, ma si otterrà come risultato un aumento della rabbia e del proprio senso di sconforto.

Quando gli over 50 ricercano nuove occasioni professionali si sentono discriminati e non apprezzati e questo sconforto non fa che diminuire ulteriormente le probabilità di ricominciare. A 50 anni serve quindi una certa razionalità per controllare le proprie emozioni e rimanere propositivi, riflettendo con un certo distacco.

Secondo la psicologa, il primo passo da compiere per ripartire è quello di assumersi le proprie responsabilità anziché continuare a dare la colpa a fattori esterni e ripartire da sé stessi. Prendersi le proprie responsabilità significa realizzare la necessità di reagire e di cambiare la propria realtà.

Inutile anche guardare i giovani come antagonisti, come se i più inesperti stessero portando via lavoro ai senior: tale conflitto latente non ha valore di esistere in quanto l’esperienza degli over 50 li porta ad ambire a posizioni di un certo spessore che non possono essere ricoperte dai giovani in quanto non sono in possesso delle nozioni necessarie, che possono essere acquisite solo dopo anni di duro lavoro.

La consapevolezza delle proprie abilità e del proprio bagaglio di conoscenze è quindi il secondo passo per ricominciare: avere fiducia nelle proprie competenze sarà utile per farvi valere agli occhi dei recruiter.

Future Drive Pro ti aiuta a ricollocarti nel mondo del lavoro: un percorso di coaching studiato per te ti aiuterà a comprendere a fondo le tue competenze e riscoprire le tue ambizioni per ricominciare, anche a 50 anni.

 


Future Drive Pro è a vostra disposizione per qualsiasi informazione, aiuto o un semplice contatto. Ci trovate al numero di telefono 02.36693.350 o potete compilare il modulo qui sotto. Potete anche contattare i nostri esperti del settore Future Drive Selection (clicca qui).