Il ricollocamento professionale può essere un passo quasi obbligatorio per tutti coloro che non si sentono più appagati dal proprio lavoro o che addirittura provano malessere nel recarsi sul luogo di lavoro.

La paura in questi casi è quella di non riuscire a trovare un nuovo impiego, specialmente al giorno d’oggi e nel nostro Paese, in cui la ricerca di lavoro è un processo sempre più complesso e insidioso.

Il desiderio di ricollocamento è un sentimento che va oltre il semplice bisogno di un periodo di stop o di vacanza, ma è proprio la volontà, inevitabile, di svolgere una mansione diversa, di dedicarsi a nuove attività e di perseguire valori differenti.

Il lavoro, a lungo andare, può diventare ripetitivo e poco stimolare, fino a che si rompe un equilibrio e si percepisce il bisogno di cambiamento per ricercare una nuova spinta professionale.

[rml_read_more]

Un lavoratore nel corso della sua carriera non dovrebbe mai rassegnarsi alla mediocrità, dovrebbe invece coltivare il coraggio di ribellarsi, proprio come affermato da Rita Levi Montalcini. Il ricollocamento professionale non deve quindi essere visto come un fallimento, ma come una vera e propria opportunità per rinascere e tornare a sentirsi valorizzati.

Una nuova visione di sè per riconoscere l’esigenza di un ricollocamento professionale

Quando si percepisce la necessità di cambiamento occorre analizzare quali siano i propri limiti e cercare di superarli.

Ad esempio, dopo molto tempo che si ricopre la stessa posizione, si inizia a percepire sè stessi come un’etichetta standard, che continua a svolgere gli compiti, che diventano parte di sè stessi. Questo porta alla difficoltà di immaginarsi in un altro ruolo, che magari sarebbe più adatto alla vostra persona, solo che non potete saperlo a priori: non vi resta che provare.

Per trovare la giusta occasione di ricollocamento è inoltre utile non trascurare i propri interessi e i propri hobby, che possono sempre essere delle fondi attraverso le quali raccogliere conoscente e sviluppare abilità che possono rientrare nel bagaglio di risorse personale, indispensabili in fase di cambiamento.

In molti tendono comunemente a pensare di essere in grado di svolgere solo gli specifici compiti che si effettuano abitualmente. In altre parole, le capacità possedute corrispondono alle attività svolte. Ma questa è una visione limitata delle competenze. Dietro ogni nostra esperienza, invece, ci sono un mix di capacità e conoscenze che vengono attivate. A sua volta ciascuna competenza può essere applicata trasversalmente a differenti tipi di attività.

In realtà, abbiamo molte più risorse di quelle che riteniamo di possedere e più di quanto la nostra mente ipotizzi basandosi su una visione limitata della realtà. E’ necessario quindi allargare lo sguardo, ampliare gli orizzonti con la convinzione che si ha  ancora molto da dare!

Future Drive Pro, grazie ai suoi coach e ai suoi consulenti, ti aiuta in questo: analisi delle tue competenze, corsi di formazione ad hoc o sedute di coaching individuale possono essere la chiave per trovare nuove strade o nuove soluzioni.

 


Future Drive Pro è a vostra disposizione per qualsiasi informazione, aiuto o un semplice contatto. Ci trovate al numero di telefono ‭02.36693.350‬ oppure all’indirizzo mail info@futuredrivepro.it