Non è strano trovarsi fuori da un percorso formativo e non trovare una occupazione, concludere un rapporto di lavoro e non riuscire a ripartire con un nuovo lavoro. Il personal branding può aiutare a risolvere questi problemi.

Sono situazioni che generano un peso non solo a livello economico, ma anche e soprattutto a livello psicologico. Dopo qualche centinaio di curricula inviati inutilmente, è molto facile che ci assalga lo sconforto.

Aiutarsi con il personal branding

Il personal branding può davvero aiutare, in situazioni simili. Se ne parla molto, ma spesso non si ha idea di cosa sia realmente. In pratica l’aspirante lavoratore è presentato come un vero e proprio brand, identificando un posizionamento distintivo e mettendo in campo una strategia di marketing e di comunicazione.

Con l’obiettivo di fare diventare “uno dei molti”, l’unico.

Ne parla Gianluca Lo Stimolo, fondatore di Stand Out, società di servizi europea.

“Si tende a pensare che questa sia una materia da imprenditori o celebrities, ma in realtà può essere messo al servizio anche di chi vuole trovare lavoro o fare carriera. In questi casi però bisogna adottare un approccio ad hoc, fatto di strumenti e metodi specifici”.

Sono di Gianluca le sette regole fondamentali per trovare lavoro con il personal branding. Vediamole.

Le 7 regole per fare personal branding

  1. Un posizionamento unico: fin dal primo sguardo il tuo curriculum deve mostrare il valore aggiunto che puoi apportare all’azienda. Che cosa sai fare meglio? Qual è il tuo punto di forza? Quale dote ti riconoscono gli altri? Quali risultati puoi garantire a chi ti da fiducia?
  2. Il tuo curriculum deve essere sintetico ed efficace. Deve mettere in luce i ruoli passati, vero, ma anche le competenze che hai acquisito nel tempo. Non commettere l’errore di mandare a tutti lo stesso curriculum, ma scrivine uno personalizzato per ogni candidatura.
  3. Prepara una lettera di presentazione che sintetizzi in mezza pagina la tua professionalità e le tue capacità.
  4. Non dimenticare l’abbigliamento: trova uno stile in linea con la professione a cui aspiri, e trova una linea da seguire anche nelle foto dei tuoi profili. Il must sarebbe un accessorio diverso da chiunque altro al mondo.
  5. Cura ogni profilo social in modo attento. LinkedIn avrà un ruolo istituzionale, mentre su Facebook o Instagram potrai esprimerti più liberamente. Evitando, ovviamente, ogni eccesso, sia nelle immagini che nei testi.
  6. Usa una parte del tuo tempo per prendere parte a eventi di persona e online, nelle comunità più interessanti per il settore che hai scelto.
  7. Ascolta gli altri, e non credere di essere arrivato dopo l’esame di laurea. Cerca di offrire un punto di vista modesto, ma utile, in ogni discussione.

Rivenditi al meglio, e riuscirai a ottenere il tuo risultato molto presto.

Future Drive Pro può aiutarti a fare personal branding nel modo migliore. Un team di coach esperti saprà aiutarti a valutare le tue competenze e i tuoi punti di forza per riuscire a valorizzarti al meglio nel mondo del lavoro.

 


Future Drive Pro è a vostra disposizione per qualsiasi informazione, aiuto o un semplice contatto. Ci trovate al numero di telefono 02.36693.350 o potete compilare il modulo qui sotto. Potete anche contattare i nostri esperti del settore Future Drive Selection (clicca qui).