I tempi sono cambiati e il mercato del lavoro si presenta sempre più variegato, specializzato e competitivo.

Dal canto suo, anche la formazione si è dovuta aggiornare, implementando alcuni corsi a discapito di altri e “riclassificando” in termini di importanza i molteplici titoli di studio.

Questo è proprio il caso del boom avvenuto per i master post-laurea, che negli ultimi anni hanno registrato migliori prospettive di successo in termini di occupazione e stipendio rispetto a quelli della laurea magistrale.

Lo testimonia AlmaLaurea, consorzio universitario che raggruppa oltre 70 atenei italiani, che con il suo rapporto annuale evidenzia come il tasso di occupazione e gli stipendi dei diplomati di master superino quelli degli studenti che hanno conseguito una laurea magistrale. Ad un anno dal titolo, l’86,9% dei diplomati ha un lavoro, rispetto al 70% dei laureati. Anche lo stipendio è superiore. Gli studenti che hanno proseguito gli studi dopo la laurea percepiscono in media uno stipendio netto mensile di 1.745 euro; mentre chi si è fermato ai cinque anni di università percepisce 1.374 euro al mese.

Questa tendenza si sta confermando da un paio d’anni e coinvolge anche il numero di corsi proposti.

I giovani oggi tendono a conseguire una laurea triennale e continuare la specialistica non più con una magistrale, ma scegliendo un corso di master, che possa dare in meno tempo una preparazione più specifica, approfondita e pratica del ruolo che si andrà a ricoprire successivamente.

Nonostante ciò, il numero di corsi master a disposizione per l’anno accademico 2021/2022 sono meno rispetto a quelli dello scorso anno accademico. Sono state però introdotte delle novità rispetto alle regole pervenute per la crisi sanitaria e a seguito della crescente digitalizzazione e di una nuova richiesta occupazionale.

Oggi i percorsi di studio più richiesti sono:

  • quelli legati alle nuove tecnologie (con specializzazioni su intelligenza artificiale, big data e cyber security)
  • medicina
  • ingegneria
  • economia
  • discipline umanistiche

Per orientarsi sulla scelta migliore, “Il Sole 24 Ore” ha pubblicato la Guida ai Master 2022 con all’interno elencati i migliori master in partenza per l’anno accademico 2021/2022, con focus su didattica, costi, borse di studio e agevolazioni fiscali, novità e sbocchi occupazionali.