Partono gli incentivi per sostenere gli Istituti Tecnici Superiori nella creazione della tecnologia 4.0 con lo scopo di aiutare i giovani nella formazione e nella manualità con gli strumenti che possono rivelarsi utili in professioni oggi competitive nel mercato del lavoro.

Dall’11 Novembre entro il 3 Dicembre l’Its potrà chiedere aiuti e agevolazioni per le spese in merito alle spese di strumenti, materiali e immateriali, macchinari e servizi che fanno parte del Piano nazionale Industria 4.0.

Per gli incentivi sono a disposizione 15 milioni di euro che erranno concessi attraverso un contributo, nella misura del 50% delle spese ammissibili per investimenti nel biennio 2020-2021 non inferiori a 400 mila euro.

Giorgetti afferma

«Incentivare la formazione altamente specializzata di giovani che escono dalle scuole superiori è una priorità per questo governo – ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti – per favorire la competitività del sistema produttivo del Paese. Un tassello importante che è anche uno degli obiettivi previsti dal Pnrr. Dal primo giorno ho posto un’attenzione particolare nei confronti degli Its, ancora poco conosciuti in Italia ma che rappresentano all’estero una risorsa fondamentale per alcuni settori industriali e una grande opportunità di occupazione per tanti giovani bravi che scelgono un percorso non universitario».

La formazione e gli strumenti per metterla in atto sono i focus fondamentali per affrontare cambiamento e sviluppo nel mondo del lavoro per questo motivo, si investe sull’Its, unico canale formativo terziario non accademico, legato strettamente al mondo delle imprese.