A causa delle restrizioni e dei vincoli, la pandemia ha rivoluzionato anche il mondo della formazione.

Uno degli aspetti più importanti della formazione è il contatto e la sintonia che si crea tra trainer e partecipanti ed è difficile crearla tramite uno schermo. Durante il periodo pandemico sono stati introdotti numerosi strumenti e l’e-learning è stato ampiamente sviluppato.

L’e-learning ha subito un’accelerata e ha cambiato gli equilibri sul piano individuale, scolastico e aziendale:

  • individuale: durante il periodo di lockdown, tutti sono stati costretti a stare a casa e le soluzioni per riempire il tempo libero sono state infinite, tra cui l’utilizzo dell’online per incontrare i propri amici, guardare serie tv o imparare con corsi in diverse industry. Tutt’ora questa forma di istruzione personale tramite corsi online viene utilizzata per praticità e comodità di imparare da casa, in modo veloce e diretto.
  • scolastico: tutti i percorsi formativi, scuola, università, master, si sono iniziati a svolgere online, in caso di emergenza l’apprendimento tramite lo schermo di pc o mobile phones è stato essenziale per non perdere mesi di didattica.
  • aziendale: in tutte le situazioni professionali la formazione online ha sostituito corsi di aggiornamento, pratica, nuovi insegnamenti per la carriera, meeting, convegni. L’e-learning con i webinar che sono da esempio sono stati il punto di riferimento per la comunicazione formativa in azienda.

Nonostante tutti i privilegi dell’esperienza fisica, questo periodo ci ha insegnato tutti gli aspetti positivi del lavoro da remoto, motivo per cui adesso si preferiscono modalità ibride.

Tutte le generazioni si sono dovute adattare al cambiamento e aggiornarsi.

Tutte le realtà stanno scoprendo nuove metodologie e strumenti per migliorare la formazione online e tenerla come fattore di successo nel clima individuale, scolastico e aziendale.