Scuola di formazione del libero pensiero che vuole aiutare le nuove generazioni a non vivere di stereotipi e luoghi comuni, ma attraverso consapevolezza e esperienze reali, a febbraio 2021 nasce Hubrains, un’hub d’innovazione sociale che supporta la creazione di nuove imprese di successo per l’innovazione sociale e la crescita culturale.

Ed è proprio questo uno dei principali obiettivi di Giustiniano La Vecchia, startupper e ideatore di questa nuova hub: favore l’innovazione sociale, lo sviluppo e l’implementazione di nuove idee (sotto forma di prodotti, servizi, modelli) in grado di rispondere ai bisogni delle comunità e di creare nuove e virtuose relazioni sociali. Quello che si vuole è sostanzialmente far emergere nuovi talenti ed aspirazioni in uno “spazio” lontano da pregiudizi e da stereotipi, in cui poter conoscere l’Altro e dare vita ad un incontro che permetta un vero e proprio arricchimento di visioni e opportunità.

In che modo?

Grazie alla creazione di una community di “Nomadi creativi”, con un importante focus sull’ascolto ed orientamento a valori come centralità e rispetto per le persone e l’ambiente

Infatti, secondo lo startupper, solo attraverso una molteplicità di pensiero, di persone (principalmente adolescenti) con caratteristiche e culture diverse è possibile dare vita ad evoluzione ed innovazione.

Chi sono questi “Nomadi Creativi”?

Persone sempre alla ricerca del nuovo, che hanno il coraggio di rompere gli schemi e seguire le loro intuizioni e idee, senza curarsi delle opinioni ed aspettative degli altri. Facendo parte della community ci si confronta e si coopera con altri, dando vita a creatività ed a nuovi modelli mentali ed educativi.

Il progetto è appena partito e sarà supportato dal libro “La Felcità? E’ un viaggio, conversazioni tra nomadi creativi”, che uscirà a settembre e il cui ricavato servirà per diffondere il progetto ed i sui hub di innovazione sociale in Italia e in giro per il mondo.