Stai cercando lavoro? Stai inviando curriculum a tappeto rispondendo indistintamente a tutti gli annunci? Stai chiedendo consigli ai tuoi contatti senza ottenere riscontro? Allora questo articolo fa al caso tuo.

Se è vero che nella ricerca del lavoro non sei solo, è altrettanto vero che questa condizione è frutto di una tua responsabilità individuale.

Sì è vero che c’è crisi, il mercato è competitivo e il Coronavirus non ha fatto altro che peggiorare le cose. Come mai prima d’ora i recruiters sono esigenti, e probabilmente il tuo profilo non è abbastanza skillato.

Ma ti rivelo una cosa: questi, a volte, sono falsi problemi. Potrebbe essere qualcos’altro ad impedirti di inserirti nel mondo del lavoro. Proviamo a vedere cosa ti blocca davvero nel trovare lavoro, considerando aspetti che finora avevi ignorato.

Quali sono i tuoi pensieri?

I pensieri condizionano ogni aspetto della nostra vita. Prova a fermarti un attimo e ad osservare la tua mente. Probabilmente ci sono dei pensieri “inconsci” che ti fanno provare un’inspiegabile avversione verso il mondo del lavoro.

Prova a farti queste domande e prendi nota delle risposte che ne vengono fuori. In questo modo saprai da dove cominciare.

  1. Cosa pensi del lavoro e del passare parte della tua giornata a lavorare?
  2. Cosa pensa la tua famiglia del lavoro?
  3. Cosa pensi dei recruiters?

Sembrano domande banali, eppure potresti ottenere delle risposte negative ad una o più di loro. In tal caso approfondisci i motivi di questo senso di disagio, così da mettere ordine nella tua mente: solo allora potrai condurre la tua ricerca con serenità.

Chiedi aiuto

Tutti abbiamo bisogno degli altri. La sopravvivenza richiede supporto e aiuto reciproco, è qualcosa di insito nella natura umana. Certo, potresti incontrare una chiusura che non farebbe altro che peggiorare la tua situazione: pressioni esterne da parte della famiglia, di amici o del partner, ad esempio.

Se non sai cosa fare, prova a cercare aiuto all’esterno. Ecco a chi potresti rivolgerti:

  1. Persone come te che ce l’hanno fatta. Chiedi consiglio a chi, un tempo, era nella tua situazione ed è riuscito ad ottenere l’impiego dei suoi sogni. Potrebbe aiutarti ad analizzare la tua condizione e a proporti soluzioni alternative, a cui non avevi pensato.
  2. Leggi libri sul tema. Cerca manuali e documenti contenenti consigli che potrebbero esserti d’aiuto.
  3. Segui corsi specifici. Prova a cercare corsi che ti aiutino a migliorare le tue competenze o ad ottenere nuove skills.
  4. Rivolgiti ai coach. Lo sai vero che esistono dei carrer coaching specializzati nel offrire supporto a chi cerca lavoro? Visita la pagina “Per voi” del nostro sito per saperne di più.
Concentrati su ciò che desideri

Inviare candidature a tappeto non è mai una buona idea. Non solo farai perdere tempo ai recruiters, ma anche tu stesso ti sentirai confuso riguardo le proposte che ti arriveranno. E se accetterai il primo lavoro che ti capita sotto mano potresti andare incontro ad altri problemi, quali frustrazione e depressione, dovuti all’obbligo di svolgere un lavoro che non ti piace.

Concentrati sui tuoi obiettivi, chiediti chi vuoi diventare e impegnati. Analizza le tue competenze, ricordandoti che possono sempre essere aggiornate: il mondo del lavoro cambia giorno dopo giorno, restare al passo coi tempi è fondamentale.

Leggerezza

Non dimenticare di essere positivo. La ricerca del lavoro richiede positività ed entusiasmo, condizioni indispensabili per affrontare i colloqui. Se ti trovi in un momento difficile fermati e recupera la tua serenità: senza non andrai da nessuna parte.

Personal branding

Molti pensano che il personal branding sia un’attività astratta, lontana dalle proprie responsabilità. Chi è alle prime armi è portato a pensare che il personal branding riguardi solo gli esperti, i grandi professionisti che hanno qualcosa da dire.

Falso! Ognuno di noi fa personal branding, poichè vuol dire comunicare qualcosa su di sé. Basta avere un profilo Facebook, Instagram o LinkedIn. Il problema sta nel come viene condotta quest’attività.

Dunque, chiediti come stai portando avanti la sponsorizzazione di te stesso sul web, magari cercando di capire cosa verrei a sapere se facessi una ricerca approfondita su di te online.

Non sottovalutare questo aspetto: è fondamentale nella ricerca del lavoro, nell’attrarre nuove opportunità di assunzione o clienti per la tua attività di consulente.

Per concludere

Se seguirai questi consigli sicuramente qualcosa cambierà nella tua vita professionale. Ricordati di non perdere l’entusiasmo, mantenendo la consapevolezza che cercare lavoro è un lavoro. Impegnati, studia, chiedi aiuto e sii positivo: presto arriverà il tuo momento!