Siete in cerca di consigli di management? Allora questo articolo farà al caso vostro: oggi parliamo di come motivare i dipendenti, i collaboratori o il proprio team, rendendo interessanti e stimolanti anche gli impieghi che, agli occhi di molti, possono risultare monotoni e poco appaganti.

[rml_read_more]

Ogni giorno nel mondo del lavoro, i professionisti si trovano a dover svolgere compiti diversificati, alcuni dei quali poco motivanti o che generano scarso interesse ma che, al pari degli altri, sono comunque indispensabili per la corretta riuscita delle attività lavorative.

Le persone vogliono lavorare per uno scopo e i manager lo sanno. Questo è il motivo per cui le aziende provano a generare ispirazione fra i dipendenti con mission ben definite circa l’impatto che il loro lavoro può avere. Il management spesso incoraggia i dipendenti a pensare al perchè loro svolgono il proprio lavoro, sperando di dare a loro un motivo per combattere la demotivazione.

Una recente ricerca condotta da Harvard Business School dimostra però come questo atteggiamento possa avere dei risvolti negativi: sebbene le aziende vantino obiettivi elevati, spesso i compiti quotidiani dei lavoratori appaiono, ai loro occhi, monotoni, ripetitivi e poco utili per il raggiungimento della meta identificata. Fra i 700 intervistati, il 99% di loro può nominare un compito senza particolare scopo che svolge regolarmente.

Si crea quindi una sorta di disallineamento fra l’obiettivo vantato dal management e la reale utilità percepita dai lavoratori per i compiti da loro svolti.

Ma c’è una soluzione!

I compiti monotoni diventano interessanti: la regola di management

Esiste infatti una semplice strategia per rendere più interessanti e motivanti i compiti monotoni, facendoli apparire utili per il raggiungimento dello scopo.

Il management dovrebbe quindi inserire le attività monotone, ripetitivi e apparentemente poco utili agli scopi in un set di attività più vasto, in modo da aumentare il loro valore.

Un esempio? Rispondere alle mail dei clienti (attività fortemente lamentata dai dipendenti) può essere connessa ad un’analisi dei dati, alla raccolta di informazioni in essa contenute e alla redazione di report settimanali o mensili con l’obiettivo di avere una gestione più accurata dei problemi dei dipendenti.

Questo sembra suggerire che un inquadramento all’interno di una cornice più ampia aiuta a far apparire i compiti più ripetitivi come motivanti e utili per il raggiungimento dello scopo, creando una maggior connessione con la mission.

Sebbene ogni lavoro vanta i propri compiti monotoni, aiutare i dipendenti a vedere come il loro contributo è finalizzato al raggiungimento di uno scopo più ampio è una strategia semplice per mantenerli motivati. Perchè, in fin dei conti, gli obiettivi più ambiziosi si raggiungono a piccoli passi.

Future Drive Pro può aiutarti a migliorare il tuo stile di management: grazie ad un percorso di coaching, i nostri consulenti sapranno aiutarti a lavorare sui tuoi punti di debolezza e a far leva invece sui tuoi punti di forza per migliorare la tua leadership e le tue qualità manageriali.

 


Future Drive Pro è a vostra disposizione per qualsiasi informazione, aiuto o un semplice contatto. Ci trovate al numero di telefono ‭02.36693.350‬ oppure all’indirizzo mail info@futuredrivepro.it