Lunedì il Governo ha approvato un nuovo decreto per estendere la moratoria dei mutui ai neo proprietari. Anche coloro che hanno i finanziamenti in ammortamento da meno di un anno potranno beneficiare del Fondo Gasparrini. Tuttavia, restano alcune limitazioni.

[rml_read_more]

L’ultima precisazione arriva dopo una serie di interventi governativi. Il primo decreto (Dl 9/2020) prevedeva che la moratoria sulla prima casa fosse possibile solo per i lavoratori che hanno subito una riduzione dell’orario lavorativo di almeno trenta giorni.

Il secondo decreto (Dl 9/2020) prevede un ulteriore allargamento: per nove mesi, fino al 17 dicembre, i lavoratori autonomi potranno congelare le rate del mutuo sulla prima casa. L’applicazione di queste regole ha richiesto l’approvazione di un nuovo decreto, pubblicato, appunto, sabato.

Ma rimangono alcune limitazioni. Pur non essendo necessaria l’attestazione Isee – come specificato dal primo decreto – il beneficio non è valido per tutti. In primis l’immobile dev’essere la principale abitazione del richiedente, e non deve avere un valore superiore a 250mila euro. Non solo. L’immobile in questiono non dev’essere stato oggetto di altri finanziamenti pubblici e non deve essere in ammortamento da meno di un anno.

Quest’ultimo provvedimento prevede un criterio di anzianità nei finanziamenti, per questo è stato corretto: lunedì il governo ha approvato un nuovo decreto secondo cui il fondo dei benefici può essere usufruito anche ai mutui contratti da meno di un anno dall’entrata in vigore del dl. Così salta il requisito di ammortamento di dodici mesi.

Resta un problema: sono fuori coloro che hanno usufruito del Fondo di garanzia mutui per la prima casa. Infatti l’aver usufruito di altre agevolazioni pubbliche impedisce l’accesso alla moratoria. Ma questo punto, così come il tetto dei 250mila euro, potrebbe essere soggetto a una nuova correzione per ampliare i beneficiari della moratoria.

L’ultima buona notizia: il decreto approvato lunedì prevede l’estensione del concetto di lavoratore autonomo anche ai proprietari di ditte e imprese artigianali.

Fonte: ilsole24ore.it