Quando si sostiene un colloquio di lavoro, si sa, si giunge sempre ad una frase finale in cui al candidato verrà chiesto se ha ulteriori domande. Sebbene potrebbe sembrare solo una fase di chiusura, quasi una cordialità del selezionatore per chiudere un colloquio, in realtà è fondamentale tanto quanto il resto dell’intervista. 

[rml_read_more]

Un colloquio di lavoro brillante potrebbe essere compromesso da un finale con scena muta. E’ risaputo che tutti i recruiter delle aziende, a fine intervista, lascino la possibilità al candidato di avanzare delle richieste. E’ bene quindi essere pronti anche per questa parte dell’incontro conoscitivo, sia che abbiate già esperienza in ambito professionale sia che siate alla ricerca della prima occupazione: le domande che porrete potrebbero fare la differenza. 

Concludere un colloquio di lavoro con successo 

Avete sostenuto un colloquio eccellente, vi siete dimostrati brillanti e spigliati. L’ultima impressione che trasmetterete al selezionatore sarà proprio assicurata dalle ultime parole che vi scambierete. E’ quindi poco proficuo concludere la discussione senza porre alcuna domanda. 

Avanzando delle richieste vi mostrerete realmente interessati al lavoro e alla posizione, manifestando la vostra volontà di essere scelti. Domande che, tuttavia, devono essere pertinenti e significative. 

Cosa chiedere quindi al recruiter che avete di fronte? Ecco alcune idee, alcuni spunti da cui trarre ispirazione: 

  • Per quale motivo avete selezionato proprio me per un colloquio? Questa domanda vi consentirà di comprendere quali punti di forza ha notato l’azienda in voi 
  • Avrò possibilità di carriera? Conoscere il proprio destino nell’azienda in cui si aspira ad entrare è un buon punto di partenza; inoltre, è del tutto lecito sapere a cosa si può andare incontro 
  • Quali saranno le mie mansioni/il progetto di cui dovrò occuparmi? Domanda da porre nel caso in cui non sia stato precedentemente chiarito. 
  • Conoscere a fondo la cultura aziendale: chiedere informazioni sulla mission dell’azienda e sull’ambiente di lavoro, approfondendo ciò che avete già scoperto leggendo il sito aziendale. 
  • Quando riceverò l’esito del colloquio? Una domanda classica, ma comunque meglio che non porre nessuna domanda. 

Inoltre, i più coraggiosi, possono porre delle domande dirette al selezionatore, come ad esempio cosa gli piace dell’azienda per cui lavora o perché ha scelto di lavorare proprio per quella specifica società. 

La domanda invece da evitare riguarda lo stipendio, o quantomeno evitare la domanda al primo colloquio. 

Future Drive Pro ti supporta nel tuo percorso di crescita professionale, di ricerca di lavoro o di ricollocamento, grazie a percorsi formativi e di coaching personalizzate sulla base delle tue specifiche esigenze, ambizioni o necessità, grazie a coach e consulenti dalla comprovata e pluriennale esperienza.