La Milanesa, famoso brand di borse di Cinzia Macchi, con il supporto di Instesa sanpaolo e Caritas, ha creato il progetto “Fabbricatrici di sogni”

Si sostengono le donne in difficoltà o le vittime di violenza tramite un laboratorio dove si lavora la lana e si usa la macchina da cucire.

Il marchio viene ricordato per i prodotti particolari che offre: ricami all’uncinetto e mattonelle colorate li caratterizzano e per la sostenibilità sociale, rappresentata ad esempio proprio dal progetto “Le fabbricatrici si sogni”.

L’iniziativa è stata sviluppata insieme a  Caritas Ambrosiana Onlus, Fondazione San Carlo Onlus e Intesa Sanpaolo ed è iniziata il 27 Settembre 2021 e durerà sei mesi.

Le donne coinvolte nel progetto sono state maltrattate, abusate o in difficoltà sociale, il marchio mette a disposizione la possibilità di imparare il crochet e quindi un nuovo accenno di libertà tramite il lavoro.

Il nome completo del progetto infatti è “Fabbricatrici di sogni – Un progetto di inclusione femminile”, Cinzia Macchi afferma “Perché i progetti più belli sono quelli che si fanno insieme, con persone con le quali esiste un’affinità elettiva, oltre che una visione pratica, concreta